I miei baci son morte ossa

 

I miei baci son morte ossa
ANTOLOGIA VOL. 62

Iannozzi Giuseppe

COME MILAREPA
(versione alternativa)

Come Socrate,
come Mila Thöpaga,
meglio o di loro peggio,
i refusi dell’esistenza d’allora
nel cumulo delle inutilità
uno a uno li ho gettati

Se sono cambiato
se non sono più,
puoi dirlo tu; ma sempre,
sempre m’accompagno a me
con una scarpa sì e una no

“Ancor t’amo, ancor t’amo”
all’insistenza del vento ripeto;
e all’eco mia distorta faccio il verso
ché dottore non è titolo da amare,
quello di giullare, sì

Come Socrate quasi giusto e…
Leggi l’intero articolo su: https://iannozzigiuseppe.wordpress.com/2018/04/07/i-miei-baci-son-morte-ossa/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.