Non mi resta che pregare un Dio scalzo

Non mi resta che pregare un Dio scalzo ANTOLOGIA VOL. 115 Iannozzi Giuseppe RE MI SENTIVO CON TE Più non desideri me Con te stavo sì bene, Re mi sentivo d’un piccolo mondo, d’una rosa exuperiana Dovevo immaginare che sarebbe presto finito l’olio e il sogno, dovevo immaginare prima di cadere... Leggi >>


 

Sei adesso una Dea, come Minerva

Sei adesso una Dea, come Minerva Iannozzi Giuseppe a Cinzia Paltenghi che è adesso una Dea, come Minerva Venisti con l’inverno bianco Le nostre belle età da tempo le aveva spazzate via il vento Venisti per raccomandarmi di mantener la calma, perché avevo già camminato e secondo te l’avrei f... Leggi >>

 

Non ho un gettone né una moneta

Non ho un gettone né una moneta Iannozzi Giuseppe ERO IERI UN POETA DI BUON NASO a Lariana Papadia, che compie gli anni ma non sembra affatto! Si mormora in giro che sia il tuo compleanno. Ero ieri un poeta di buon naso, così dicevano un po’ tutti, per non lasciarmi cadere nel bianco d’un man... Leggi >>