La scuola italiana insegna a non pensare

Con le recenti e non ancora esauritesi discussioni sulla riforma della “Buona scuola” messa in piedi dal governo Renzi si è parlato molto di questioni tecniche, di assunzioni, di alternanza scuola-lavoro, di bonus da 500 euro per la formazione degli insegnanti. Non vi è traccia invece, nei tg come nel testo del disegno di legge, di una proposta di riflessione su quello che è il principale problema del sistema scolastico italiano: il paradigma educativo.Il modo di fare educazione rappresenta infatti l’origine degli assi, in un diagramma cartesiano che si sviluppa poi sui dibattiti tecnici sulla quantità e la qualità dell’istruzione.
Nel caso italiano, tale origine è sicuramente…
Leggi l’intero articolo su: http://www.inkpressione.com/2015/11/la-scuola-italiana-insegna-non-pensare.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.