SACHA NASPINI – Un’opera d’arte deve essere ambigua. E contenere un virus – Intervista all’Autore di Iannozzi Giuseppe

 

SACHA NASPINI
Un’opera d’arte deve essere ambigua. E contenere un virus
Intervista all’Autore

Iannozzi Giuseppe

1. Sacha Naspini, hai al tuo attivo già diversi libri: “Il Gran Diavolo”, “L’ingrato. Novella di Maremma”, “I sassi”, “I Cariolanti”, “Noir Désir”, “Pagalamòssa!”, “Le nostre assenze”, “Cento per cento” etc. etc. Sei molto conosciuto in rete (e non solo), sei molto seguito, ciononostante Wikipedia non ti ha ancora dedicato una voce. Come te lo spieghi? Forse che i critici, quelli che si fanno passare per blasonati, reputino superfluo per le patrie lettere il tuo fare…
Leggi l’intero articolo su: https://iannozzigiuseppe.wordpress.com/2017/05/17/sacha-naspini-unopera-darte-deve-essere-ambigua-e-contenere-un-virus-intervista-allautore-di-iannozzi-giuseppe/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *