Angela biondo sorriso

ANGELA BIONDO SORRISO Iannozzi Giuseppe Quel giorno avremmo dovuto tappezzare il quartiere, quello popolare arabo. Non c’era scampo. Io avevo la mia zona, Angela la sua. Il lavoro era quello: se volevamo mangiare, dovevamo imbrogliare, o meglio vendere enciclopedie a rate a dei morti di fame pegg... Leggi >>



 

Qualcuno credeva in te. Antologico

Qualcuno credeva in te. Antologico Iannozzi Giuseppe LE PORTE DEL PARADISO Saremmo dunque nati per essere dei perdenti? Oh, il domani, il domani appare così lontano, una spiaggia che non si arriva. Eppure, devo andare avanti, avanti come se questo momento fosse il primo, come se fosse il primo vag... Leggi >>