Tra Calvino e Buzzati l’esordio di Andrea Esposito con “Voragine” (Il Saggiatore) – recensione di Iannozzi Giuseppe

 

Tra Calvino e Buzzati l’esordio di Andrea Esposito
VORAGINE

di Iannozzi Giuseppe

I fantasmi sono il nostro primo nemico, il più grande e pericoloso. Andrea Esposito esordisce con il romanzo Voragine (Il Saggiatore, 2018), un romanzo di formazione ambientato in un  tempo e in un luogo non definiti con dei banali e superflui nomi. Sappiamo però che siamo nei pressi della periferia romana.
Da subito l’aria che si respira è claustrofobica: Giovanni, protagonista principale della storia di Andrea Esposito, vive e cerca di sopravvivere in un mondo che, giorno dopo giorno, si sbrana da sé. Le atmosfere dipinte dall’autore con…
Leggi l’intero articolo su: https://iannozzigiuseppe.wordpress.com/2018/07/03/tra-calvino-e-buzzati-lesordio-di-andrea-esposito-con-voragine-il-saggiatore-recensione-di-iannozzi-giuseppe/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.