CON LE MIGLIORI INTENZIONI

 

CON LE MIGLIORI INTENZIONI

Iannozzi Giuseppe

L’aveva vista e subito se ne era innamorato: lei se ne stava tutta sola, con il muso imbronciato, mentre le labbra rosee erano smorfia di dolore e insofferenza. I capelli lunghi, rossi e ricci, li teneva liberi perché le ricadessero sul petto e lungo le spalle.
Giacobbe non ci pensò su molto: l’aveva vista e tanto gli bastò perché, quasi su due piedi, decidesse che doveva essere il suo amore. Una donna non ce l’aveva mai avuta; era stanco d’essere solo al mondo, come un giocattolo dimenticato in una polverosa soffitta. Ma più di ogni altra cosa era stanco di seghe più o meno romantiche, di immagini muliebri che erano solo…
Leggi l’intero articolo su: https://iannozzigiuseppe.wordpress.com/2017/05/04/con-le-migliori-intenzioni/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.