NON SONO UN’ASSASSINA – Terza parte

 

Dovevo fare qualcosa. Non avevo scelta, si trattava di una lotta contro il tempo, prima che potessi essere risucchiata in un vortice dal quale non sarei più uscita. Camminai lungo la stanza cercando di trovare un’ idea, una soluzione. In mente mi apparve l’ immagine di Michele, un mio collega del giornale. Lui al contrario di me faceva sul serio il giornalista e si occupava di cronaca nera, di sicuro sapeva qualcosa circa l’ omicidio di Eva Ranieri. E poi di lui mi fidavo. Lo contattati e mi diede appuntamento dopo un paio d’ore ad un bar del centro. Arrivai in anticipo e mi sedetti ad un tavolino in veranda. Ordinai un aperitivo alcolico, nonostante non fossi abituata a bere, ma in quel momento ne avevo estremamente bisogno. Quando lo vidi davanti ai miei occhi, con i suoi…
Leggi l’intero articolo su: http://cosedalettrici.blogspot.com/2017/04/non-sono-unassassina-terza-parte.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.