La mia Kabbalah esiste e resiste mentre le tue debolezze restano

 

La mia Kabbalah esiste e resiste
mentre le tue debolezze restano

Iannozzi Giuseppe

Il volo

Hai guardato in su prima di mettere il cappello a tesa larga, dopo hai guardato verso il basso incontrando sul tuo cammino una piuma che forse è d’un gabbiano, forse d’un angelo custode, per ricordarti che il tuo volo non è finito perché ancora non iniziato. Hai però dimenticato di guardare proprio davanti a te, e così mi sei passata accanto sfiorando l’immensa mia vecchiaia, la bruttezza, lasciandomi in un limbo di confusione per godere tu di tutto quello che lassù c’è e di quello che è ai tuoi piedi solamente.

Non mi sono fatto…
Leggi l’intero articolo su: https://iannozzigiuseppe.wordpress.com/2017/01/17/la-mia-kabbalah-esiste-e-resiste-mentre-le-tue-debolezze-restano/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.