Erano cicatrici i sogni e gli amori

 

Erano cicatrici i sogni e gli amori
Antologico – testi mai pubblicati o alternativi

Iannozzi Giuseppe

STUPITA TENEREZZA

Un giorno ti ricorderai
Sì, un giorno vedrai il mio viso
fisso dentro al tuo sorriso
E ti ricorderai di me,
di com’ero stupito bambino ad amarti
senza nascondere lacrime e pudore

Un giorno ti ricorderai
di come feci esplodere la tua risata
per una farfalla catturata fra le dita
Un giorno, un giorno non lontano
troverai che sul vuoto tuo cuscino
riposa silente il mio sogno
E allora sì, una lacrima la piangerai

Un giorno,
un giorno non lontano
quando tutto sarà…
Leggi l’intero articolo su: https://iannozzigiuseppe.wordpress.com/2016/09/27/erano-cicatrici-i-sogni-e-gli-amori/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.