Nemmeno una parola

 

Nemmeno una parola

Iannozzi Giuseppe

Siamo al capolinea. Due poesie e un aforisma, e morta lì. Siamo al capolinea perché non ho più il tempo per la mia poesia, o per dirla in maniera più seria e spicciola non ho più tempo da sprecare dietro alla mia poesia, perlopiù inutile. Queste ultimissime sono fin troppo, non pensavo neanche le avrei mai scritte e invece sono venute. Adesso basta con la stupidità e le inutilità. Adesso devo concentrarmi sulla narrativa, sul nuovo romanzo in fase di scrittura, devo insomma fare sul serio. Non si possono scrivere sempre poesie: a una certa età comprendi che la poesia è una forma di infantilismo. E’ stato bello, e brutto anche,…
Leggi l’intero articolo su: https://iannozzigiuseppe.wordpress.com/2016/06/16/nemmeno-una-parola/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.