Strani giorni. Jim Morrison e i Doors. Traduzioni e adattamenti poetici

 

Strani giorni. Jim Morrison e i Doors
Traduzioni e adattamenti poetici

di Iannozzi Giuseppe

Jim Morrison 1969 – digital art by Iannozzi Giuseppe

Strani giorni

Strani giorni ci hanno beccati
Strani giorni ci hanno infine scovati
Si preparano a fare a pezzi le nostre occasionali gioie
Andremo tutti a giocare o troveremo un’altra città

Occhi fuori del normale occupano stravaganti stanze
Le voci segneranno la loro stanca fine
Sorride la hostess con gran malignità
E i suoi ospiti, per colpa del loro peccare, dormono
Mi ascolti parlare d’un peccato e sai che lo è

Strani…
Leggi l’intero articolo su: https://iannozzigiuseppe.wordpress.com/2016/03/02/strani-giorni-jim-morrison-e-i-doors-traduzioni-e-adattamenti-poetici/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.