I “Quadri non dipinti” di Emil Nolde

 

Emil Nolde nacque nell’omonimo paesino tedesco, vicino al confine con la Danimarca; il suo vero nome era Emil Hansen ma, a partire dal 1902, si fece chiamare come il paese natale, per sottolineare il legame con la sua terra.
Nolde, è molti artisti in uno: il paesaggista influenzato da Van Gogh, il visionario vicino a Munch, il colorista esasperato ammiratore di Gaugin. Ed è proprio questo suo uso violento, improvviso, quasi brutale del colore,a renderlo uno dei maestri dell’espressionismo tedesco. I suoi quadri sembrano esplodere, proprio come le bombe dell’esercito di Hitler. 
La politica nazista tuttavia, considerava la sua arte “fonte di corruzione per l’umanità”. Per questo lo umiliò pubblicamente, confiscando alcune sue opere dai musei nelle quali erano…
Leggi l’intero articolo su: http://www.inkpressione.com/2016/01/i-quadri-non-dipinti-di-emil-nolde.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.