Coffee break – Per non dimenticare

 

«I PERSONAGGI DI QUESTE PAGINE NON SONO UOMINI. LA LORO UMANITA’
E’ SEPOLTA, O ESSI L’HANNO SEPOLTA, SOTTO L’OFFESA SUBITA O INFLITTA ALTRUI.»

 Allora per la prima volta ci siamo accorti che la nostra lingua manca di parole per esprimere quest’offesa, la demolizione di un uomo. In un attimo, con intuizione quasi profetica, la realtà ci si è rivelata: siamo arrivati in fondo. Più già di così non si può andare: condizione umana più misera non c’è, e non è pensabile. Nulla è più nostro: ci hanno tolto gli abiti, le scarpe, anche i capelli; se parleremo, non ci ascolteranno, e se ci ascoltassero, non ci capirebbero. Ci toglieranno anche il nome: e se vorremo conservarlo, dovremo trovare in noi la forza di farlo, di fare…
Leggi l’intero articolo su: http://www.cosedalettrici.com/2016/01/coffee-break-per-non-dimenticare.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.