Sophia e la canaglia senza né arte né parte

 

Sophia e la canaglia senza né arte né parte
Tragicommedia in un unico atto

Iannozzi Giuseppe

Da basso si sente batter forte il pugno sul pesante legno in noce della porta.

Sophia (nervosetta): Chi bussa, chi a quest’ora? Di sicuro uno scocciatore.

Di nuovo, uno, due, tre colpi ben assestati.

Sophia (gridando inviperita): Non apro, non a quest’ora, chiunque Voi siate.

Da basso non giunge risposta alcuna. Domina il silenzio per un minuto buono, poi si spande per l’aere il bombo dei battenti.

Leggi l’intero articolo su: https://iannozzigiuseppe.wordpress.com/2018/04/04/sophia-e-la-canaglia-senza-ne-arte-ne-parte/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *