Finché vita ci sarà da donare alla solitudine

 

Finché vita ci sarà da donare alla solitudine
ANTOLOGIA VOL. 41

Iannozzi Giuseppe

Ancora una volta l’amore

Venisti a me in un giorno d’insana vertigine
e presto mi perdesti nella sua alba di ruggine
– come una foglia baciata dal canto del vento
solo capace di ripetere ancora una volta, prego!

Venisti a me con tutta la tua stupida giovinezza
e presto la perdesti in ogni sognata mia tenerezza
– come una storia di morte cullata in grembo
solo capace di piangere in eterno sognatore a ore!

Come gli uomini

Onorato,
non pazzo.
Amputate la mano
se vi fa…
Leggi l’intero articolo su: https://iannozzigiuseppe.wordpress.com/2018/02/11/finche-vita-ci-sara-da-donare-alla-solitudine/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *