Memorie edite e inedite di un Ebreo Errante

 

Memorie edite e inedite di un Ebreo Errante

Iannozzi Giuseppe

Pirata

Il mondo d’attorno
l’ho guardato,
con un occhio solo
sempre cercando
fra travestiti e marinai
chi fosse il più nero,
chi il più maledetto

Dormendo
a ogni rumore attento,
spazzando via
dalla burrasca dei sogni
fantasie e illusioni,
sa la notte
per quanti mari
ho navigato
affrontando fantasmi
e ciclopi dimenticati

Han le sirene spalancato
l’occhio mio buono
su livide albe,
su cieli divisi in due
e spiagge di cadaveri lastricate
Non è però mai tornata
Lei, l’amata mia guerriera,
né la…
Leggi l’intero articolo su: https://iannozzigiuseppe.wordpress.com/2017/01/18/memorie-edite-e-inedite-di-un-ebreo-errante/



Altri post che ti piaceranno:

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *