Recensione: Volevo solo andare a letto presto, di Chiara Moscardelli – Giunti Editore

 

Premetto che “Volevo solo andare a letto presto” è uno di quei romanzi che non rientrano nelle mie preferenze, ma ho partecipato ad un gioco e questo è quello che mi è capitato in sorte. Queste storie che ricalcano sempre e per sempre le orme dell’ormai mitica “Bridget Jones”, senza però essere in grado di reggerne il peso nè tantomeno di distaccarsi quel minimo per conservare un po’ di originalità, mi hanno stancata da…sì, praticamente da subito. Non ho nulla contro il genere, ma personalmente le trovo letture vuote, inconsistenti, che non riescono a strapparmi nemmeno un piccolo sorriso: una leggera increspatura delle labbra è tutto quello che ho ottenuto. Trovo che sia questo il difetto più grande del romanzo, quello di aver voluto a tutti i…
Leggi l’intero articolo su: http://cosedalettrici.blogspot.com/2017/01/recensione-volevo-solo-andare-letto.html



Altri post che ti piaceranno:

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *