Incipit: A occidente con la notte, di Beryl Markham

 

Com’è possibile mettere ordine nei ricordi? Mi piacerebbe cominciare dall’inizio, pazientemente, come un tessitore al suo telaio. Mi piacerebbe dire: “Questo è il posto da cui cominciare; non può essercene un altro”.Ma ci sono almeno cento posti da cui cominciare, perché ci sono cento nomi – Mwaza, Serengeti, Nungwe, Molo, Nakuru. Ci sono almento cento nomi, e farò meglio a cominciare scegliendone uno: non perchè è il primo o è particolarmente importante nel senso dell’avventura, ma perché capita che sia qui, in cima a tutto il resto, nel mio giornale di bordo. Non sono un tessiore, dopotutto. I tessitori creano. Questa è rimembranza, rivisitazione; e i nomi sono chiavi che aprono corridoi non più freschi nella mente, e tuttavia familiari nel…
Leggi l’intero articolo su: http://cosedalettrici.blogspot.com/2016/11/incipit-occidente-con-la-notte-di-beryl.html



Altri post che ti piaceranno:

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *