di Rose e di Cose

 

di Rose e di Cose

Iannozzi Giuseppe

ROSE E COSE

Era forse un sorriso, un gioco sul ciglio della ferrata
Così è che si va a finire e non è detto sia un male
quando tutti i treni dentro alla stazione deragliano

L’amor tuo patinato sempre l’ho spettinato per amarti meglio
– per odiarti meglio -, e allora che vuoi oggi di più? di meno?
Viaggio e ritorno, e sempre si ritorna al punto di partenza
anche se mai c’è stato un principio o del fumo negli occhi

In una rosa mi potrai trovare e sfogliare, nei petali il morire
La fame, non è detto sia a tutti i costi un male madornale
E’ la mia bocca quella d’una donna e resiste dio fino in…
Leggi l’intero articolo su: https://iannozzigiuseppe.wordpress.com/2016/07/29/di-rose-e-di-cose/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.