The Hateful Eight, il logorroico giocattolo di Tarantino

 

Da dichiarazioni e interviste varie, è piuttosto ovvio intuire il nome del più grande fan di Quentin Tarantino sulla faccia della Terra: lo stesso Quentin Tarantino, appunto.E’ uno che quando passano i propri film in tv si ferma e li riguarda, si auto-cita nelle proprie opere, fa classifiche dei suoi stessi personaggi e delle sue stesse scene, ha iniziato a numerare i propri lavori perché vuole terminare la carriera con 10 film girati per non sprecare il buon lavoro fatto, ed è pure a conoscenza che per tutti il suo peggior film è Death Proof, e gli sta bene così. Il concetto chiave è appunto “consapevole di se stesso e del proprio cinema” e nessuno lo è come lui. Ammettiamolo, è uno dei pochissimi autori per cui non diciamo “vado a vedere questo film” ma piuttosto “vado…
Leggi l’intero articolo su: http://feedproxy.google.com/~r/culturamente/~3/xu81HRN_YE0/the-hateful-eight-quentin-tarantino.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.